25 luglio 2007

30 minuti di strizza .....


... mercoledi 18 Luglio 2007 , una data che credo ricorderò per un pezzo ... vivere l'esperienza di un' infarto non è propriamente piacevole .... ora tutto è finito e quindi la racconto ... per stavolta è andata bene....

  • ore 18:30 : da qualche minuto sento un malessere generalizzato , passa il tempo ed un dolore man mano piu intenso e insistente si localizza nel petto accompagnato da un forte senso di oppressione. Il dolore si diffonde anche alle braccia (di piu in quello sinistro). Decido di scendere dal tetto (di mestiere faccio l'antennista e quindi è normale mi trovi su un tetto ...) , mi siedo qualche minuto in macchina .... mi dico 'forse il caldo , ora passerà , no ?' ... no , non passa , aumenta ... una signora del condomìnio mi offre un bicchier d'acqua ...
  • ore 18:50: ok , però io mi sto seriamente preoccupando e dal mio cellulare faccio il "118" , risposta immediata. Avviso anche mia moglie cercando di non allarmarla. Velocissima l'ambulanza arriva sul posto. Ora sono nelle loro mani , disteso sul lettino all'interno del veicolo e vengo prontamente "infilzato" da una flebo che in pochi minuti mi fa passare il dolore. Si parte in direzione del Pronto Soccorso di Forli.
  • ore 20:30 circa : visita in ambulatorio del P.S. , successivo 'parcheggio' in altra stanza in attesa dell'esito degli esami. Il dolore è praticamente sparito , sto ad aspettare .... anzi , stiamo ad aspettare .... in compagnia di mia moglie e di un'amica di famiglia.
  • ore 01:15 abbondanti: un'infermiera mi accompagna in una stanza del reparto ... per questa notte sarò loro ospite ... in attesa di accertamenti piu precisi e sicuri. Mia moglie e l'amica possono andare a casa.
  • ore 08:30 del 19/07/2007 : Un dottore mi visita e mi comunica che sarò ricoverato in reparto cardiologìa , vengo trasferito al piano superiore , in cardiologìa appunto , sezione UTIC (Unità Terapìa Intensiva Coronarica) .... sono collegato con una selva di tubi , tubini , terminali adesivi , cavi di collegamento con strumenti vari .... insomma , sono monitorato e controllato 24h su 24h ....
  • ore 10:00 del 20/07/2007 : vengo trasferito in una sala operatoria del reparto di Emodinamica e mi viene eseguita coronografìa + angioplastica
  • ore 12:00 del 20/07/2007 : fine intervento
  • 21/07/2007 : trasferimento da reparto UTIC a reparto cardiologìa 'normale' , seguono numerosi controlli e/o misurazioni continue del mio stato (pressione , elettrocardiogramma , ecc )
  • 24/07/2007 : si ritorna a casa ........
Terapìa consigliata:
  1. Perdere peso (se possibile 15/20 Kg. ..... la vedo dura)
  2. Smettere di fumare (qui forse ci siamo .... dal 19/07/2007 non tocco tabacco)
  3. Mangiare regolato e controllato (questo è delegato alla moglie ...)
  4. .... uno scatolone di medicine da assumere ...
Doveroso infine ringraziare:
--

8 commenti:

Anonimo ha detto...

ehi, mentre leggevo, prendevo seri provvedimenti scarmantici anatomici, bè complimenti doppi, uno per aver capito che non era un colpo di calore, due per esserne uscito.

in bocca al lupo

pipistrello

Anonimo ha detto...

Ciao Ermanno..leggo basito le tue righe, ma nello stesso tempo mi fa immenso piacere sapere che ora il pericolo è passato, sono esperienze che lasciano il segno non c'è dubbio e mentre leggevo il tuo post mi ricordavo di un nostro collega om che come te ha vissuto piu' o meno la tua stessa esperienza...all'epoca aveva una 40 ina di anni....anche se mi viene istintivo toccare..ferro..visto la mia "tenera eta'" e la tipologia del lavoro che si assomiglia...non bastano gli studi di settore a farci sobbalzare ? :-)
Di nuovo auguri Ermanno anzi Hermann.
73 Paolo Ik4pkn

Romeo ha detto...

Ciao Ermanno ....
Vedi te che scherzi fa la vita.

Comunque sono veramente felice per la pronta ripresa, vedrai che seguendo i consigli medici la ripresa sarà completa.

E' bello sapere che quando c'è bisogno in fondo il sistema funziona e salva la vita.

In bocca al lupo!!!

Saluti radiosi

aleviga ha detto...

Leggo solo ora quello che ti è accaduto...un po' ritardo...
comunque volevo farti un grosso in bocca al lupo per un'ottima ripresa. Sono sicuro che ora stai sicuramente meglio...beh buona foruna ancora!!

Timpoldo ha detto...

Ho avuto un esperienza simile con mio padre. Anche se a lui e' stata una "scossa" piu' consistente.... Di angioplastiche lui ne ha avute 2 a distanza di 1 mese.

Ti scrivo 2 righe per darti la mia solidarieta', e per rassicurarti... nel caso qualcuno non l'abbia ancora fatto.

Oggi, dopo 5 anni da quell'evento, ho ancora mio padre e ce l'ho incredibilmente forte e voglioso di vita... nonostante le corse al pronto soccorso e le 2 angioplastiche.

Oggi l'infarto e' un fantasma che si riesce a controllare... ci si puo' convivere tranquillamente, e in alcuni casi anche meglio di prima. Lascia passare ancora un po' di tempo, e vedrai come riprenderai sempre piu' fiducia nelle tue forza.

Un abbraccio virtuale e... hasta siempre!

gianluca ha detto...

ciao, ti volevo chiedere se vuoi fare uno scambio di link:
http://gianluca-revolution.blogspot.com

SeGnalaBlog ha detto...

Complimenti per il Blog Da Angelo

Anonimo ha detto...

08/06/2008
15/20 Kg.da dimagrire...medicine...
... ma quando mai???
La tua, come l'hai definita, preziosa moglie Lorenza, ti vuole solo dire a te e a tutte le persone che hanno avuto il tuo problema e che con immani sacrifici cerca di stare in regola per poter vivere la loro vita e non distruggere quella dei loro familiari. Tu il valore della vita non lo conosci e l'esempio sono io che ti amo da una vita e mi dimostri che non te ne importa nulla!!!!! Auguri a tutti e date qualche consiglio a questo testone che da 32 anni è nel mio cuore.